Le previsioni di trasformazione che comportano impegno di suolo non edificato all’esterno del perimetro del territorio urbanizzato, come definito all’articolo 4, commi 3 e 4, comprese quelle di cui all’articolo 64, comma 6 e comma 8, sono subordinate al previo parere favorevole della Conferenza di Copianificazione di cui all’art. 25 della L.R. 65/2014.

In caso si intenda proporre previsioni ricadenti in territorio rurale, i comuni richiedono la convocazione della conferenza di copianificazione che verifica che le previsioni proposte siano conformi al PIT, che non sussistano alternative sostenibili di riutilizzazione e riorganizzazione degli insediamenti e infrastrutture esistenti, e indica gli eventuali interventi compensativi degli effetti indotti sul territorio.

A seguito del pronunciamento positivo della Conferenza, il Comune procede alla formazione dello Strumento o dell’Atto ai sensi degli articoli 18, 19 e 20.